Derby

Derby di Torino – Una questione di cuore… e (s)fortuna

La stracittadina più antica del calcio italiano si è conclusa con un pareggio. 1 a 1 è il risultato finale, per i granata è andato a segno Adem Ljajić con un meraviglioso calcio di punizione dal limite, e nel finale di partita il solito Higuain ha segnato il gol del pareggio per i Bianconeri.

Una maledizione a tinte bianconere

Sono 22 anni che il Torino non riesce a vincere in casa della Juventus, andandoci vicino un paio di volte, per essere poi sempre beffata nel finale. Pirlo, poi Cuadrado e stasera Higuain hanno infranto i sogni dei cuori granata, accorsi come sempre numerosi allo Juventus Stadium.

Nella partita di stasera la squadra granata ha dovuto mettere in campo grinta, cuore e determinazione per sopperire al divario tecnico e numerico, dato che hanno finito la partita in 10 in seguito all’espulsione di Afriyie Acquah. Come sempre, il protagonista assoluto di questa squadra è Andrea Belotti, forse caricato anche dai gradi di capitano ereditati da Glick. Sicuramente il bomber ha bene in mente cosa significhi vestire questa maglia, e la fascia la porta degnamente al braccio.

Dopo l’emozione del 4 maggio, dove ha letto i nomi degli “Invincibili” , una vittoria nel derby questa sera avrebbe rappresentato la degna ciliegina sulla torta della settimana, e forse della stagione Granata. Ma a rovinare tutto c’è sempre quella dannata “Zebra” che riesce quasi sempre a scappare dalle incornate del Toro. Ora Sinisa e co dovranno reagire subito, così da portare a termine nel migliore dei modi una stagione particolare, condita da alti e bassi, che sarebbe potuta essere ricordata come quella della svolta, se il signore con la maglia numero 9 non avesse rovinato tutto.

 

#FINOALLAFINE

 

L’uomo che ha ideato lo slogan della Juventus ha delle doti da veggente senza eguali. Una partita che sembrava essere stregata, dove le “riserve” messe in campo da Allegri stavano facendo rimpiangere i “Titolari” lasciati in panchina, e poi… è scattata la scintilla, la determinazione che caratterizza e differisce questa squadra dalle altre. Non mollano mai, in qualche modo il risultato lo portano sempre a casa.

E per non farsi mancare niente, a segnare è sempre lui, Gonzalo Higuain, decisivo nel Principato, subentrato a partita in corso questa sera, ha fatto il suo dovere: segnare. Un gol che vale oro, visto che nella prossima giornata ci sarà lo scontro diretto decisivo per lo scudetto, a meno che la Roma perda contro il Milan domani.

Allegri, ancora una volta fa la differenza con i cambi a partita in corso. Ormai è diventata un’arma in più che gli fa vincere le partite, o comunque portare a casa dei risultati positivi. Questa sua capacità di cambiare le partite, potrà, anzi dovrà essere sfruttata soprattutto in Champions, in una ipotetica finale ( siete liberi di fare tutti i gesti che volete, si toccate pure). Ora testa a martedì, c’è una finale di Champions da raggiungere.

Il Derby della Mole è sempre una partita speciale

Come ogni anno, le emozioni non mancano mai nel Derby della Mole, ribaltoni, vittorie e pareggi nel finale. Da una parte il cuore e la passione granata contrapposte allo strapotere tecnico ed economico dei bianconeri. Lo spettacolo sugli spalti ha fatto da cornice ad una partita ricca di emozioni, e di episodi che faranno tanto discutere. Ci piace sottolineare che per l’ennesima volta Torino si è dimostrata una città matura, tutto è filato liscio, nessuno scontro, solo sfottò che fanno parte del calcio, in particolare se si è in clima Derby.

A dimostrazione di tutto questo, c’è la simpatica situazione di casa Bonucci. Papà colonna portante della Juventus da 7 anni ormai, ed il piccolo Matteo che però tifa per gli “altri”. Chissà cosa si diranno al ritorno a casa del difensore..

Appuntamento al prossimo anno, al prossimo Derby, alle nuove speranze dei tifosi Granata e alle certezze dei bianconeri. Insomma appuntamento con il prossimo tassello che, contribuirà a scrivere nuove pagine della storia tra Torino e Juventus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *